Skip links

“Il sondaggio dei rimpianti”

La Repubblica, che ha pubblicato tutti i sondaggi condotti sul Lazio, lo ha titolato “il sondaggio dei rimpianti”.
Questa è infatti l’ultima rilevazione sui candidati a governare la Regione Lazio, ed evidenzia, in modo cristallino, una coalizione di centrosinistra framemntata e che competerà con estrema fatica contro quella di centrodestra.
Ad oggi ci sono 8,4 punti di distacco tra il favorito, Francesco Rocca, e l’assessore alla sanità della giunta Zingaretti, Alessio D’Amato.
Sia Rocca che D’Amato hanno raccolto, secondo quest’ultima rilevazione prima del silenzio elettorale, meno consensi rispetto alle forze politiche che li supportano. Solo Donatella Bianchi, candidata per M5S, raccoglie più voti e infatti è cresciuta arrivando al 19,1%.

Da notare: Fratelli d’Italia passa dal 32,4 al 28,8% in circa un mese di sondaggi. Da metà dicembre ad oggi il partito di Giorgia Meloni ha diminuito i suoi consensi anche nel Lazio. La Lega si attesta al 5,2% di consensi e si accoda dietro Forza Italia, che sta al 7,8%.
Il Pd, invece, è l’unico tra i partiti principali a crescere: passa dal 18,7 al 19,4%.

Morale: con questi numeri, se il centrosinistra si fosse presentato unito, ovvero Pd insieme al M5S che hanno governato insieme la regione negli ultimi tre anni, avrebbe potuto vincere senza bisogno del Terzo Polo.

I dati completi